Le origini di questa splendida azienda sita in territorio di Rovereto di Gavi, sulle propaggini piemontesi degli Appennini sono antichissime: già dal 900 d.c. negli annali della Repubblica di Genova si parla di un insediamento benedettino sulle colline prospicienti il fiume Lemme.

La “Grangia Bassignana” è citata in un documento del 1250 come fattoria agricola della Abbazia di Rivalta Scrivia produttrice di frumento, ma soprattutto di vino. Di questo insediamento sono rimaste la torre di guardia e difesa, la cappella e varie stanze con volte e capitelli.

Nel 1625 la proprietà passò alla famiglia Giustiniani, un membro della quale, comandante delle milizie Genovesi, difese vittoriosamente il Forte di Gavi, allora importante nodo strategico commerciale e militare, da uno dei molti assedi francesi.

Fu proprio la famiglia Giustiniani che in quell’epoca fece costruire la villa che in stile neoclassico ancora oggi domina dall’alto del poggio l’accesso alla tenuta, che prese da allora il nome di Giustiniana.

La bellezza dei luoghi, dal paesaggio alla natura, la vocazione del terreno a produrre splendidi vini, fecero si che le più importanti famiglie Genovesi, D'Oria, Spinola, Cambiaso, nel corso degli anni si disputassero la proprietà di Giustiniana.